Il giornalista cibernetico

Computational and robot journalism made in Italy

Why Robot Journalism Is Great for Journalists — NYMag —

I think the introduction of automated reporting is the best thing to happen to journalists in a long time.

Kevin Roose centra il punto della questione, al momento i robot possono sperare di riuscire a produrre decentemente solo alcuni tipi di storie, esattamente quelle che qualsiasi giornalista non vorrebbe mai scrivere, perché noiose e ripetitive (report su performace economiche o sui dati di un incontro sportivo).

Che al momento la situazione sia questa è abbastanza chiaro, ma… domani? Tra uno anno? Tra dieci? Intanto la chiusa è perfetta: “after all, if we wanted to do something mindless and repetitive with our lives, we’d have become robots”.

Why Robot Journalism Is Great for Journalists — NYMag.

Alessio Cimarelli

Sono giornalista free-lance e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (L'Espresso, Secolo XIX, Wired) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di svi­luppo web e data jour­na­lism. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.

Categorised as: Segnalazioni



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *